,

Metropolitana di Buenos Aires si canta Funiculì funiculà – Guarda il video

Funiculì funiculà

Il video amatoriale della metropolitana di Buenos Aires dove si canta Funiculì funiculà.

Tutto il mondo è paese vero, ma l’Argentina è casa nostra, l’Argentina è Napoli senza ombra di dubbio, guardate questo video amatoriale girato nella metropolitana di Buenos Aires per precisione la linea B che collega la stazione di Leandro N. Alem a quella di Los Incas, dove s’inizia a cantare e ballare al ritmo della storica canzone napoletana Funiculì funiculà.

Nel video che non ha una qualità eccezionale, ripetiamo è fatto in maniera amatoriale da una persona che si trovava nel treno della metropolitana, si nota come tutte le persone della carrozza di lasciano prendere dal cantare Funiculì funiculà specialmente una donna di colore, che spicca per il suo ottimo accento napoletano.

Funiculì funiculà è stata scritta nel 1880 da  Giuseppe Turco mentre la musica è di Luigi Denza. il testo descrive l’inaugurazione della prima funicolare del Vesuvio, costruita nel 1879, per raggiungere la cima del Vesuvio, quindi la canzone oggi nel 2013 rimane sempre attuale quando ci troviamo in un mezzo di trasporto anche se ci troviamo tanto ma davvero tanto lontani da Napoli, appunto nella metropolitana linea B di Buenos Aires.

Guarda il video della cantata di Funiculì funiculà nella metropolitana di Buenos Aires:

 

Il testo di Funiculì funiculà:

Aissera, oje Nanniné, me ne sagliette,
tu saje addó, tu saje addó
Addó ‘stu core ‘ngrato cchiù dispietto
farme nun pò! Farme nun pò!
Addó lu fuoco coce, ma se fuje
te lassa sta! Te lassa sta!
E nun te corre appriesso, nun te struje
sulo a guardà, sulo a guardà.

Jamme, jamme ‘ncoppa, jamme jà,
Jamme, jamme ‘ncoppa, jamme jà,
funiculì, funiculà!
funiculì, funiculà!
‘ncoppa, jamme jà,
funiculì, funiculà!

Né, jamme da la terra a la montagna!
Nu passo nc’è! Nu passo nc’è!
Se vede Francia, Proceta e la Spagna…
Io veco a tte! Io veco a tte!
Tirato co la fune, ditto ‘nfatto,
‘ncielo se va, ‘ncielo se va.
Se va comm’ ‘a lu viento a l’intrasatto,
guè, saglie, sà!

Jamme, jamme …

Se n’è sagliuta, oje né, se n’è sagliuta,
la capa già! La capa già!
È gghiuta, po’ è turnata, po’ è venuta,
sta sempe ccà! Sta sempe ccà!
La capa vota, vota, attuorno, attuorno,
attuorno a tte! Attuorno a tte!
Stu core canta sempe nu taluorno:
Sposamme, oje né! Sposamme, oje né!

 

Funiculi Funicula
Funiculi Funicula

Funiculi Funicula
Funiculi Funicula