Campania, lo scettro del gambling è ancora intorno a Napoli

    0
    107

    La regione detiene diversi primati nel settore del gioco d’azzardo, con una crescita confermata in questa prima parte del 2016. Il blackjack rinasce al meglio sfruttando l’online

     

    La Campania rimane nel cuore del gioco. Anzi, il cuore del gioco. La regione è da sempre una delle più affezionate al gioco d’azzardo, portando tra le sue tradizioni la classica “bolletta” del sabato sulle partite del campionato italiano. La globalizzazione che ha colpito anche il settore del gambling ha portato altre specialità internazionali considerate affascinanti dai campani, con un successo non condiviso in altre zone.

     

    Il rapporto con la tradizione non è cambiato, perché la Campania mantiene il primato nella presenza di punti vendita dedicati alla raccolta di scommesse. Al momento i centri di scommesse sono 2.611, circa un quinto sul totale nazionale di 13.582. Un risultato eccezionale all’interno di una realtà già ricca di possibilità. Il merito spetta per buona parte alla città di Napoli, quella con maggiore densità di punti di scommesse in tutta Italia: uno ogni 1.872 abitanti. La media nazionale è uno ogni 4.228, per intenderci. Il primato del capoluogo riflette comunque una tendenza regionale, visto che il dato per la Campania è di uno ogni 2.123. Circa la metà della media, anche in questo caso al top della graduatoria italiana. Questo solo per quanto riguarda il gioco d’azzardo live, perché l’online è ormai una fetta importante del settore gambling.

     

    Se fino a qualche anno fa internet costituiva non più del 15% del gioco online, ora la soglia del 20% è stata superata. I primi sette mesi del 2016 hanno visto un calo di poche specialità dell’azzardo, poker cash su tutte, oltre a registrare una crescita nel fatturato delle azienda leader come 32Red, Pokerstars, Lottomatica e Unibet. Un gioco complicato e forse non così immediato nel divertimento, perché se si vuole sperare di vincere bisogna avere conoscenze approfondite di concetti matematici applicati al poker. Molto meglio sotto questo punto di vista le slot, salite del 37% da gennaio a luglio 2016 rispetto allo stesso periodo nel 2015. Le macchinette sono destinate a mantenere il loro dominio, proprio perché al contrario forniscono un gioco di forte impatto. È questa la ricetta che sta rilanciando il blackjack, che consente di effettuare mani rapide in cui la decisione del giocatore è importante, ma rimane la componente fortuna. Il blackjack online, grazie alle numerose varianti disponibili sulla Rete e alla ricostruzione grafica implementata dai suo produttori,  sta diventando una vera e propria moda tra gli utenti, risalendo la china per scalzare dalla vetta giochi che in passato avevano più appeal. Positivo a livello nazionale il periodo del Bingo, che registra una crescita del 7% nei primi sette mesi. Per i campani la passione non sembra essere mai scattata, anche perché il Lotto rimane una priorità. Un’altra tradizione che non ha ceduto il passo all’era di internet. Perché se il gioco si può rinnovare, non necessariamente tutte le specialità sono godibili allo stesso modo in rete e live.

    NO COMMENTS

    LEAVE A REPLY